Open Touch Day a Formigine

Dove e quando l’open touch day

12-touch-giorno-x-webDomenica 12 Giugno si svolgerà presso il campo da rugby di Formigine, in Via Cavazzuti 12, l’Open Day Touch, una giornata (dalle 10.00 alle 17.00) dove sarà possibile provare a giocare a touch rugby e togliersi la voglia di giocare con un pallone ovale in mano.

Il touch? Ma che è ‘sta roba?

Il touch rugby è uno sport misto, che nasce in Australia come forma di allenamento del rugby league (o rugby a 13). Possono giocare insieme uomini e donne, genitori e figli, rugbisti e non rugbisti, senza differenza di preparazione fisica o di età.

Ho capito ma mi fate vedere un esempio?

Va bene ecco un bel video esplicativo di Touch Giocato ad altissimo livello: la finale degli ultimi mondiali, tra Australia e Nuova Zelanda. (che resti tra noi ma ben tre giocatori del Modena Touch hanno partecipato ai Mondiali di Coffs Harbour nel 2015)

Il Modena Touch agli Europei di Swansea 2014

315525_288731101153245_11767225_n

Hebble James Kay impegnato in un cambio di direzione

Do not go gentle into that good night,
Old age should burn and rave at close of day;
Rage, rage against the dying of the light…

( cit. Dylan Thomas)

I nostri Andrea Golinelli e James Hebble Kay sono partiti alla volta di Swansea, cittá natale del poeta Dylan Thomas, per disputare gli Europei di Touch.

Per loro e per i loro compagni della Mens Open l’arduo compito di confrontarsi con le squadre nazionali più forti di Europa, tra le quali Scozia, Inghilterra, i padroni di casa del Galles giusto per citarne qualcuna.

A loro l’In bocca al lupo del Modena Touch, certi che sapranno tenere alta la bandiera del Fojonco.

Diego Calanni e Andrea Golinelli

Andrea Golinelli a destra con Calanni, allenatore della nazionale.

 


Volete leggere tutta la poesia? Avete pure ragione. Eccola. Do not go gentle into that good night

 

Torneo Gamba de Legn 2014. Aggiornamento per chi è rimasto a casa

Diego-Calanni-Tira-le-RigheGran bel torneo ieri, impreziosito (lo dico per gli amanti del Rugby) dalla presenza di Brendan Williams e Scott Palmer, che hanno giocato con i TIki Touch, vincitori in finale.

Un plauso all’organizzazione che ci ha permesso di giocare su campi segnati come si deve.

Tre gironi da 4 squadre a noi è toccato il “girone di gomma” (®Michele) con Dragoni, Voglans e Over40.

Ci siamo trovati campo praticamente senza riscaldamento e questo certo non ci ha certo aiutato, visto che tradizionalmente facciamo sempre un po’ fatica ad ingranare. E così ci siamo bruciati l’unica della fase eliminatoria che, sulla carta, era alla nostra portata. Bisogna anche dire che i Dragoni migliorano di volta in volta e che ieri erano proprio forti.

Poi il girone ci ha regalato due parite impossibili: Voglans (i vincitori del torneo alle finali di Verona dello scorso anno) e la Nazionale Over 40. Ma queste partite ci sono servite per mettere a punto alcuni aspetti del gioco che sono poi serviti nel pomeriggio: i cambi a tre, la posizione in campo, la copertura in difesa e anche la velocità di esecuzione delle giocate.

Infattti, nel pomeriggio, invece di rimediare una figura barbina da appesantimento post-prandiale, abbiamo battuto i Tucano’ (anche loro in progressivo miglioramento, torneo dopo torneo) in una partita che abbiamo vinto meritatamente, ma per una sola meta di scarto.

Galvanizzati da questa vittoria, ci siamo presentati convinti e determinati all’ultima partita della giornata contro i forti Tokodeñoka, che iniziavano la partita con due mete di vantaggio, per via delle 3 donne in campo (la Silvia però sostiene che hanno giocato con 2). Beh, siamo riusciti ad imporci sul campo per 5 a 3. Il punteggio con il bonus, 5 a 5, ci ha portato dritti dritti al dropoff, uno dei più emozionanti che io ricordi. Cinque giocatori contro cinque giocatori. Dopo due minuti, quattro contro quattro e dopo altri due minuti tre contro tre. Alla morte. E tutto li resto della squadra in tensione nel box dei cambi per sostenere i compagni che si sfinivano in campo. E abbiamo vinto! Giocando in velocità negli ultimi metri abbiamo relegato i nostri avversari in una scomoda posizione di fuori gioco, che ci ha aperto la strada per la marcatura decisiva.

Credo che siamo tutti tornati a casa soddisfatti, non soltanto per la posizione ufficiale (7° posto, vediamo quanto peserà nel ranking) ma anche per il crescendo della nostra prestazione nell’arco della giornata. Ad ogni partita miglioravano l’intesa tra i giocatori, la partecipazione al gioco dei giocatori con minore esperienza, l’applicazione in campo dei principi base e la velocità di esecuzione. Questo si è non solo in fase difensiva ma anche in attacco. Tant’è vero che oltre ai soliti sempre pericolosissimi Matteo, Andrea e Hebble, abbiamo portato in meta anche Mattia, Silvia e Romit.

Pertanto teniamoci caldi e pronti per replicare la bella giornata anche IN Alpago.

Buona la prima

Carnival cup 2013. Buona la prima

Buona la prima. Che poi era un po’ la seconda per questa squadra ma anche la prima della nuova stagione
Buona la prima perché ci siamo proprio divertiti ed è stata proprio una bella giornata di touch
Buona la prima perché l’accoglienza dei Tokodenoka è stata proprio ottima!
Buona la prima perché, ragazzi, abbiamo proprio giocato bene
Buona la prima perché siamo stati più forti delle influenze, degli esami, degli “Italia from coast to coast” e dei navigatori
Buona la prima perché anche se in classifica siamo arrivati ultimi va bene uguale, perchè l’importante è crescere insieme.

Poi tanto vinceremo alle finali!

Quarta tappa campionato italiano 2012

Milano, quarta tappa di campionato Italiano di Touch Rugby.

Harlequins Modena Touch

Ancora una volta Modena Touch si presenta con sole tre ragazze: Silvia, Kim (che dovrà abbandonare il torneo prima per impegni personali) e Sara che ha stoicamente giocato tutto il giorno nonostante l’influenza latente. A loro, come sempre, il più sentito grazie per aver stretto i denti e aver permesso alla squadra di non prendere mai il bonus di svantaggio. Grazie, grazie, grazie.

Contro ogni pronostico non piove al centro sportivo Saini di Milano, ma il caldo e l’umidità rendono la giornata afosa e faticosa.

Terza tappa di campionato italiano: Torino

Terza tappa di campionato italiano

Torino, 6 maggio 2012

Terza tappa di campionato difficilissima per il Modena che a Torino si presenta in nove e con due sole presenze femminili a supporto; a loro va il più grande plauso e il più sentito grazie per essere state sempre in campo, giocando sempre tutti e venti i minuti degli incontri, permettendo così alla squadra di non prendere mai il bonus di svantaggio. Grazie

 

Il Modena con le nuove maglie!

 

Il torneo vede scendere in campo sei squadre: le cinque solite iscritte al torneo (Mastini, Dragoni, Leprotti, Brianza e, ovviamente, Modena) più i Velociraptor, seconda squadra torinese.

La cronaca: il Modena, come oramai da tradizione consolidata, parte male, anzi malissimo. Con i Brianza perde per 5-2, ma non è tanto il risultato quanto gli errori banali, anzi banalissimi, commessi che fanno sentire ai giocatori di non aver giocato come avrebbero potuto.

Prima tappa del campionato italiano di touch 2012 a Modena

Modena Touch ospiterà la prima tappa del Campionato Italiano touch 2012 (girone nord-ovest)

Da quest’anno, il campionato italiano touch sarà suddiviso in due fasi:

  • la prima fase sarà disputata su base regionale (3 zone: nord-est, nord-ovest e centro-sud)
  •  la seconda fase si concretizzerà in un unico evento di due giorni che decreterà la classifica nazionale e la squadra campione d’Italia.

Modena vedrà l’esordio di questa nuova formula, ospitando la prima giornata della fase regionale, il 3 marzo 2012 al Campo Comunale di Rugby di Collegarola.

Il torneo vedrà competere le squadre di:

  • Modena Touch
  • Leprotti Torino Touch
  • Brianza Toucherz
  • Dragoni Milano
  • Mastini Milano

 

Campo Comunale Rugby Modena

Campo Comunale Rugby Modena

Informazioni del torneo

Campo: Modena Rugby Club – Associazione Sportiva‎
Strada Collegarola, 80
41126 Modena
Il link per trovare il campo: http://g.co/maps/6kuek

 

Programma del torneo

ore 13:00 ritrovo squadre
ore 19:00 fine torneo
ore 20:00 inizio cena – Terzo tempo

 

Torneo Nebbia in val Padana

Pioggia

Sabato 4 novembre “Modena touch” si è recato a Milano per disputare il torneo “Nebbia in val Padana” organizzato dai “Dragoni” di Milano.

Giornata autunnale, grigia e padana con quello che si definisce un tempo da lupi: acqua, freddo e campo ovviamente pesante hanno accompagnato tutta la giornata.

Modena si è presentata con solo due presenze femminili che si sono alternate in campo. Questa scelta ha ovviamente penalizzato i risultati a causa delle due mete di penalizzazione a partita, ma ha permesso di affiatare la squadra con una formazione “tipo” in vista del campionato primaverile. E i risultati si sono visti: 3 partite vinte sul campo, anche se una sola vinta sulla carta, accompagnate da momenti di buon touch hanno salutato questo esordio autunnale.

E cosa importante, tutti contenti e soddisfatti, anche coloro (e non pochi!) che hanno incominciato a provare ruoli nuovi

Per il resto il torneo si è chiuso bruscamente con anticipo a causa di un meteo sempre più nefasto.

Buon touch a tutti

Il torneo di Modena. Qualche considerazione.

La formazione del Modena Touch 2011

Al di là dell’ottima riuscita della Giornata di Campionato a Modena (potete leggere il resoconto sul sito TRI) della quale dobbiamo giustamente andare orgogliosi, provo un po’ valutare la performance della nostra squadra.

Abbiamo alternato tratti di gioco eccellenti e una difesa superlativa a momenti di buio purtroppo decisivi (la partita contro i Dragoni)