Trofeo “LA COPPA” ai Brianza Toucherz

Va alla squadra di Touch brianzola la prima edizione del trofeo LA COPPA.

Il trofeo nato da un’idea di Massimiliano Natale, membro dei Brianza Toucherz, consiste in una vera e propria Coppa di suino, scambiata e mangiata per l’occasione ad ogni partita giocata tra ModenaTouch e Brianza Toucherz.

La Coppa - (Foto Nicolò Colombo)

Il Trofeo
Un salvadanaio viola e forma di Maiale in metallo, su piedistallo di legno. Una coppa di carne suina.

La formula
Ogni incontro tra le squadre di ModenaTouch e Brianza Toucherz è valido per l’attribuzione della Coppa. Al vincitore va la stessa coppa, che verrà consumata durante il terzo tempo in compagnia degli sconfitti, e va l’onore di conservare il trofeo fino alla successiva occasione di disputa.
Gli sconfitti devono depositare un euro a testa dentro al salvadanaio così da permettere in futuro (data da destinarsi) di poter bere in compagnia degli avversari con tutti i fondi raccolti negli anni attraverso questa manifestazione.

Albo d’oro

2010 – Brianza Toucherz

Keep In Touch 2010 – Torneo Internazionale di Touch a Modena /2

Si è svolto Sabato 17 Aprile il primo Torneo Internazionale di Touch della città di Modena.

È stata una grande giornata di sport, alla quale il ModenaTouch credo sia riuscita nell’intento di affiancare la giusta dose di divertimento e goliardia.
Hanno partecipato all’evento: Brianza Toucherz (MB), Butaneuro (PD), Dragoni (MI), Orange Belluno, Mastini (MI), SMH Blues (Grenoble), Le Giardiniere (Mix Rovigo e Modena Rugby Femminile), una selezione Nazionale TRI ed i padroni di casa di Modena.
9 squadre che hanno dato luce e lustro ad un torneo coperto di nubi (metereologiche) e pioggia.

La classifica finale è stata la seguente:
1a SMH Blues
2a Selezione Nazionale TRI
3a Brianza Toucherz

4a Le Giardiniere
5a ModenaTouch
6a Orange Belluno
7a Butaneuro
8a Mastini
9a Dragoni

Complimenti ai vincitori, Grenoble, per l’ottimo torneo disputato e un sentito ringraziamento ai francesi va per la cortesia con la quale hanno aiutato durante il torneo prestando i propri giocatori all’organizzazione per la mancanza, dell’ultim’ora, di arbitri. Il vulcano islandese ha colpito anche noi.

Buona prova della selezione Nazionale TRI, seconda, e di Brianza, vincitrice per altro del trofeo “LA COPPA” alla sua prima edizione.

ModenaTouch si classifica 4a grazie alla miglior differenza mete rispetto agli Orange, la squadra Bellunese è apparsa comunque in ottima forma e molto affiatata, sono avvisate le concorrenti al 2° Campionato Italiano.

Molto bene il mix Rovigo e Modena Rugby femminile, assieme per la prima volta ha saputo giocare con tecnica ed intensità.

ModenaTouch ringrazia per la collaborazione ed il patrocinio il Comune di Modena, UISP appoggio organizzativo e logistico, il Modena Rugby per l’organizzazione ai campi, l’aiuto e la disponibilità lungo l’intera giornata e settimana precedente il torneo.

Speriamo di poter ripetere in futuro una esperienza simile su un campo perfetto come quello che abbiamo trovato provando ogni volta a migliorare organizzazione e… condizioni del tempo, perché no!

Keep In Touch 2010 – Torneo Internazionale di Touch a Modena

flyer_keep in touch 2010

keep in touch 2010

I° Torneo Internazionale di TouchRugby della città di Modena

Squadre già Iscritte

Modena Touch
Selezione Nazionale Italiana TRI
Orange Belluno
Brianza Toucherz (MB)
SMH Blues (Grenoble)
Butaneuro (PD)
Mastini e Dragoni (MI)

Sabato 17 Aprile 2010
Stadio Comunale Rugby “Collegarola”, via Collegarola 80, Modena, Italy

Iscrizioni: info@modenatouch.it
Manda una email con: Nome della squadra, Città della squadra, numero di giocatori, numero di accompagnatori, particolari necessità alimentari.

Regole torneo: Regole TRI, Mixed (con almeno due donne in campo), 20 minuti per partita, un tempo solo.

Programma
9:00 Check-in al campo
9:30 Inizio Torneo – Partite dei gironi
13:00 Pausa Pranzo
14:30 Semifinali per le terze e quarte classificate
15:00 Semifinali tra prime e seconde classificate
15:30 Finale 5°-6° posto e 7°-8° posto
16:00 Finale 3°-4° posto
16:30 Finale 1°-2° posto
17:00 Premiazioni
17:30 Terzo tempo (si svolgerà nella clubhouse del ModenaRugby)
19:00 Cena (15€ non compresa nella quota d’iscrizione)
La serata terminerà nel centro città

Informazioni per il Pernottamento
Ostello: YHA Ostello San Filippo Neri, via Santa Orsola 48/52, Modena
Web: Hostelworld.com
Tel: 0039 059 234598
Non vi sono convenzioni particolari, il costo si aggira sui 17,00€ a persona. Necessaria una Youth Hostel Card da 18,00 € a persona, ma per l’occasione a gruppo.

Hotel: Hotel Donatello, via Giardini 402, Modena, Italy
Web: www.donatellomodena.it
Tel: 0039 059 344550
Accordo da specificare al momento della prenotazione: “Convenzione Touch Rugby 2010”
Camera singola (doppia o matr uso singola) 50,– Euro
Camera doppia o matrimoniale 70,– Euro
Camera tripla 90,– Euro

___________________________________________________

1st International TouchRugby Tournament of Modena

Teams

Modena Touch
Selezione Nazionale Italiana TRI
Orange Belluno
Brianza Toucherz (MB)
SMH Blues (Grenoble)
Butaneuro (PD)
Mastini e Dragoni (MI)

Saturday 17th April 2010
Stadio Comunale Rugby “Collegarola”, via Collegarola 80, Modena, Italy

Subscribe a team: info@modenatouch.it
Send an email with: Team’s name, Team’s city, number of player, number of non-playing people, food restriction.

Tournament Rules: TRI Rules (same as FIT but just with a modify in terms of women on field), Mixed (with at least two women on field, and at least 1 man), 20 minutes each match, one half matches.

Difference between TRI and FIT is just in the minimum number of female players, 2 instead of 3.

Day Plan
9:00 Check-in and Brief @ Fields
9:30 Tournament Start – Groups Matches
13:00 Lunch break
14:30 Semifinals between 3rd and 4th classified in groups
15:00 Semifinals for 1st and 2nd classified in groups
15:30 Finals for 5-6th places and 7-8th places
16:00 3rd / 4th place Final
16:30 1st / 2nd place Final
17:00 Tournament Awards
Third half party (at ModenaRugby Clubhouse with Happy Hour prices)
19:00 Dinner (15€ apart from Tourn.fee)
Night time in Modena’s city center

Accomodation Details
Hostel: YHA Ostello San Filippo Neri, via Santa Orsola 48/52, Modena
Web: Hostelworld.com
Tel: 0039 059 234598
There are no deals with the Hostel. Cost is around 17,00€ per person, per night. It’s necessary a Youth Hostel Card (18,00 € each), but because of an agreement will be needed one for each reservation, so one each group of reservation.

Hotel: Hotel Donatello, via Giardini 402, Modena, Italy
Web: www.donatellomodena.it
Tel: 0039 059 344550
Deal to specify while booking: “Convenzione Touch Rugby 2010”
Single room (double or twin use as single) 50,– Euro
Double room or Twin 70,– Euro
Triple room 90,– Euro

Stagione 2010 e Nazionale

Si è aperta ieri ufficilamente la stagione 2010. Nonostante il maltempo abbia rinviato fino a martedì 9 febbraio il primo allenamento del 2010 del Modena Touch, ieri si è svolto il primo raduno/allenamento della nazionale italiana (“open mixed” e “over40”). 6 i convocati modenesi:

Open Mized

  • Graziana Amatulli (da questa stagione in rosa a Modena, proviene dai Delfini Erranti Taranto)
  • Dullea Bridget (non ha potuto rispondere alla convocazione)
  • Hamilton Sam (non ha potuto rispondere alla convocazione)
  • Kay James Hebble
  • Lombardi Silvia (esordio)
  • Ranuzzi Fabrizio (esordio, in veste di arbitro)

Over40

  • Paradiso Nicola (esordio)

Complimenti a tutti per la chiamata e in bocca al lupo per un ottimo 2010, quest’anno l’appuntamento più importante sarà l’Europeo di Bristol, cissà che qualche gialloblu non si ritrovi a rappresentare la nazionale.

Alla pari dell’europeo per importanza Modena affronta il campionato Italiano, senza Paul McGilveray, tornato in Australia, ma con la convinzione di poter ben figurare.

Una giornata di Rugby e Touch in quel di Collegarola

Modena Veterans

Modena Veterans

Da molto tempo volevamo trovarci con i Veterans del Modena Rugby e ieri finalmente ci siamo riusciti e abbiamo trascorso una bella giornata insieme!

Ci siamo trovati verso le 11 allo Stadio Comunale di Rugby di Modena, splendido impianto, in una decina di touchisti e altrettanti Veterans, molti dai gloriosi trascorsi.

Il touch può essere giocato in molti modi diversi, ma la curiosità era di poter provare il touch giocato secondo le regole internazionali. Perciò è stata necessaria una brevissima spiegazione delle regole fondamentali del touch (tocco, rollball, mediano, difesa che retrocede di 5 metri), dopo di che abbiamo cominciato a giocare.

Il gioco è stato un po’ spezzettato all’inizio, ma man mano che i Veterans assimilavano le peculiarità del touch (molto rapidamente, l’esperienza conta e la classe non è acqua…) il gioco diventava più fluido e divertente.

Alla fine abbiamo giocato per quasi due ore, con un discreto impegno fisico, che ha creato i presupposti per poter assaporare con soddisfazione il lauto pranzo presso la Club House del Modena Rugby.

Dopo esserci adeguatamente rifocillati, abbiamo guardato tutti insieme Italia-Samoa. La partita è stata bruttina, ma coronata dalla vittoria. Ma va bene così.

Per noi è stata un’ottima esperienza, e crediamo che anche i Veterans abbiano soddisfatto la loro curiosità verso il touch. Inevitabile pensare l’approccio al touch in funzione propedeutica e di promozione del Rugby Union. I punti di contatto tra le due discipline sono molti e certamente alcune peculiarità del touch possono essere utili anche per i rugbisti.

Ringraziamo i Veterans e il Modena rugby per l’ospitalità dimostratiaci e siamo certi che da questo primo incontro nasceranno altre occasioni per socializzare e trascorrere piacevoli giornate insieme.

Torneo Città di Milano

Si è svolto sabato 24 ottobre il torneo III Region, anche Torneo città di Milano, di touch rugby, al campo Saini.

Il torneo ha avuto la formula del girone all’italiana con solo andata. 5 le selezioni regionali a contendersi la vittoria: Lombardia 1 (selezione di Dragoni Milano e Mastini Milano), Lombardia 2 (Brianza Toucherz), Veneto (Belluno, Dolcè), Resto D’Italia (ModenaTouch e Delfini Erranti Taranto) e i Campioni D’Italia di Rovigo (Bandiga).

Modena assieme a Taranto ha vinto una solo della 4 sfide in programma, (1-0 Lombardia 2), giocando maluccio ed in modo poco ordinato le prime due partite. Meglio invece l’intesa con i compagni di giornata nella terza e nella quarta sfida, l’ultima con i Bandiga, che se anche ha visto la selezione capitolare, è stata per lo meno una partita giocata su un buon livello di touch.

La Selezione Resto d’Italia si è quindi classificata al 4° posto.

Da segnalare anche in questo torneo l’impegno dei due arbitri di casa modenese Sam Hamilton e Fabrizio Ranuzzi

Tornei di Barcellona e Francoforte

Se da una parte è TRI a rispondere “presente” alla chiamata dei tornei internazionali che si sono volti nel weekend del 3 e 4 Ottobre, è da sottolineare come proprio con TRI molto bene si sia mossa la stessa Modena.

Al torneo di Barcellona è andato uno dei giocatori di Modena che, assieme ad altri giocatori del campionato italiano TRI, si è classificato quinto a parimerito, oltre ad avere avuto l’onore di arbitrare alcune partite dello stesso torneo compresa l’avvincente finale, vinta da Valencia sui giocatori francesi di Parigi.

Dall’altra parte d’Europa invece un team selezione di giocatori provenienti da Scozia, Italia a cui si sono aggiunti i nostri Australiani e Neozelandesi ha ben figurato nel torneo di Francoforte. Secondo posto di gran prestigio ed ottimo Touch giocato.

Cos’è il touch rugby

Definizione

Il Touch (conosciuto anche come Touch Rugby, Touch football o Six down) è uno sport di squadra, variante del rugby a 13 in cui il placcaggio è sostituito da un semplice tocco dell’avversario.

Il Touch, per la sua assenza di contatto fisico, è adatto ad essere giocato da atleti di ogni età e di ogni sesso. La federazione si impegna a promuovere questa integrazione: il campionato italiano e i tornei sono misti.

E’ uno sport che richiede una buona forma fisica: si gioca in 6 contro 6 in un campo piuttosto grande (70×50 metri, la metà di un campo da rubgy, per intenderci).

Il Touch è diffuso in tutto il mondo, in particolare in Australia, dove nel 1985 è nata anche la Federation of International Touch (FIT) che è l’organo di governo mondiale della disciplina. 

In Italia, nel settembre del 2012, si sono disputati i campionati europei per nazionali, con la partecipazione di ben 5 nazionali italiane.

Ma probabilmente un video vi aiuterà meglio a capire com’è il touch giocato ad alta intensità….

ma se questo è troppo veloce (e un po’ lo è …) un video più “umano” è stato fatto da SportItalia nel 2008, in occasione della prima uscita del Modena Touch. Le maglie erano di colore bianco e azzurro…

Regole

Per un elenco delle regole fondamentali, che vi permetteranno di capire meglio cos’è il touch, vi rimandiamo alla introduzione al gioco del touch della Federazione Italiana (ItaliaTouch)

 

Breve Storia del Touch

Il Touch è nato in Australia fra gli anni cinquanta e sessanta come gioco sociale nei parchi, e come propedeutico per imparare le regole del rugby. La nascita ufficiale del touch è datata 13 luglio 1968, con la nascita del South Sydney Touch Football Club su iniziativa di Robert (Bob) Dyke and Ray Vawdon, che vengono considerati i fondatori della disciplina. Il primo match ufficiale di Touch Rugby fu organizzato quello stesso anno, mentre l’anno seguente fu organizzata la prima competizione ufficiale nello Snape Park a Sydney. Nei primi anni settanta furono codificate le regole ufficiali della disciplina e nel 1976 fu fondata la Australian Touch Football Association.

La fama della nuova disciplina ebbe grande impulso quando nel 1977 la Sydney Rugby League chiese alla neonata associazione di Touch Rugby di organizzare l’incontro di apertura prima del match di finale della Sydney Rugby League Grand Final, davanti a più di 40000 spettatori.

Da quel momento in poi il touch si è diffuso rapidamente nel resto del mondo, in particolare nel sud del pacifico e in Gran Bretagna. Nel 1985 fu fondata, sempre in Australia la Federation of International Touch, che nel 1988 organizzò la prima coppa del mondo di Touch football a cui parteciparono cinque paesi: Australia, Canada, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, USA.

Il Touch In Italia

Molto reputata a livello internazionale, ItaliaTouch, Associazione per lo sviluppo del Touch, è stata premiata con l’organizzazione del Campionato Europeo per nazioni 2012 a Treviso che ha visto oltre 1.000 atleti presenti.

 

Il Touch a Modena

Più avanti c’è un po’ di storia del touch nel mondo e in Italia. Ma a Modena com’è arrivato? Nel 2008 due ragazzi, un australiano Paul McGilveray e un neozelandese Sam Hamilton, insegnanti alla scuola internazionale di Montale che stavano già “lavorando” per diffondere il touch in Italia, prendono contatto con alcune persone  interessate al touch con l’idea di creare una squadra a Modena. Oltre a Paul e Sam, alla prima riunione partecipano anche Giovanni Sonego, Nicola Paradiso (in forze al Turtlein Touch), Enrico Ferrari, Piercarlo Falagiani, Hebble James Kay (attuale allenatore), Lara Mammi (Formigine Rugby Femminile) e altri amici.

I primi allenamenti si svolgono nei nei parchi, ma evidentemente gli insegnamenti di Paul e Sam sono stati proficui perché al primo torneo, partecipiamo e vinciamo. (Servizio TV di SportItalia).

Paul e Sam sono tornati nei loro paesi di origine, ma grazie alla loro opera di diffusione a Modena il touch è una realtà importante.

Attualmente la squadra si allena a Formigine nel campo dei Formigine Highlanders

 

Torneo di Barcellona

Cartellone Torneo Barcellona

Cartellone Torneo Barcellona

Ci sarà anche Modena a rappresentare TRI nel torneo di Barcellona. Seppure con una sola casacca infatti, un giocatore di ModenaTOUCH parteciperà al torneo catalano nel quale saranno in gara ValenciaTouch, Rappresentativa TRI, alcune squadre francesi, oltre naturalmente ai padroni di casa di Barcellona.

Seguiranno dettagli e foto, soprattutto del terzo tempo iberico…